Skip to main content
OneTouch® brand lifestyle

Diabete gestazionale

Diabete gestazionale2

Qual è la causa del diabete gestazionale?

Non si conoscono le cause precise del diabete gestazionale, tuttavia vi sono alcune ipotesi.

La placenta ha la funzione di nutrire e proteggere la crescita del feto. Gli ormoni che produce promuovono lo sviluppo del feto, ma bloccano anche l’azione dell’insulina, rendendola meno efficace. Il diabete gestazionale si sviluppa quando il corpo della donna non è più in grado di produrre e utilizzare tutta l’insulina necessaria per la gravidanza, con un conseguente aumento dei livelli di glucosio nel sangue, se non viene tenuto sotto controllo.

Alcuni fattori aumentano il rischio di sviluppare il diabete gestazionale. Essi includono:

  • sovrappeso prima della gravidanza
  • aumento di peso eccessivo durante la gravidanza (superiore all’aumento di peso raccomandato)
  • età superiore ai 25 anni
  • pregresso diabete gestazionale
  • familiarità della malattia
  • etnia (Afro-Americana, Asiatica, Latino-Americana o Nativa Americana)

Come viene diagnosticato il diabete gestazionale?

La maggior parte delle donne in gravidanza viene sottoposta ad analisi di routine per il diabete gestazionale tra la 24ª e la 28ª settimana di gestazione. Se sei a rischio di sviluppare diabete gestazionale, il tuo medico potrebbe prescrivere un controllo anticipato e/o esami più frequenti durante la gravidanza.

Il test per il diabete gestazionale consiste nell’assumere una bevanda contenente glucosio somministrata da personale sanitario e sottoporsi a due prelievi di sangue, uno prima e uno dopo l’assunzione del glucosio. La diagnosi di diabete gestazionale è confermata dalla presenza di valori di glicemia superiori al normale nei tempi di riferimento specificati. Nel caso di una diagnosi positiva, il medico curante fornirà un piano terapeutico adeguato.

Perché è importante tenere sotto controllo e gestire il diabete gestazionale?

L'istinto di ogni madre è proteggere la salute del bambino. Iniziare a tener sotto controllo il diabete gestazionale non appena viene diagnosticato, è fondamentale per la salute della madre e del bambino. Se non viene tenuto sotto controllo, il diabete gestazionale può avere delle conseguenze. Queste includono:

  • Un aumento della probabilità che il bambino abbia un peso alla nascita superiore a 4 Kg (condizione nota come macrosomia), con conseguenti
    • difficoltà e lesioni durante il parto naturale o
    • necessità di eseguire un parto cesareo.
  • Un maggiore rischio di nascita prematura e problemi respiratori per il bambino
  • Un maggiore rischio di ipoglicemia nel bambino subito dopo il parto
  • Un maggiore rischio di preeclampsia nella madre (ipertensione e problemi epatici e/o renali)

Seguire con attenzione il programma di cura del diabete gestazionale stabilito dal medico contribuisce a ridurre in maniera significativa il rischio di queste complicanze.

Cosa ci si deve aspettare quando viene diagnosticato il diabete gestazionale?

Se ti viene diagnosticato il diabete gestazionale:

  • Per prima cosa il medico ti consiglierà di seguire una dieta sana, controllare l’assunzione di carboidrati e svolgere attività fisica regolarmente. In molti casi questo sarà sufficiente per mantenere i livelli di normoglicemia per tutta la durata della gravidanza.
  • Potrebbe essere necessario consultare un dietologo che preparerà un piano di alimentazione sano, adatto alle tue necessità. Il dietologo ti spiegherà come gestire la quantità e i tipi di carboidrati nella tua dieta in modo da mantenere nella norma i livelli di glucosio nel sangue e allo stesso tempo soddisfare le esigenze nutrizionali legate alla gravidanza. Il dietologo potrebbe inoltre consigliarti di tenere un diario dell’alimentazione e di monitorare il tuo peso.
  • Potrebbe essere necessario effettuare regolare automonitoriaggio glicemico utilizzando un apposito strumento (glucometro). Chiedi al tuo medico curante o infermiere di consigliarti un glucometro adatto a te. Misurare e monitorare la glicemia consentirà a te e al tuo medico di gestire correttamente il diabete gestazionale.
  • Potrà essere necessario effettuare il test della glicemia quattro o più volte al giorno, prima a digiuno e poi una o due ore dopo i pasti. Il medico curante ti indicherà la frequenza di misurazione raccomandata e l’intervallo ideale dei valori glicemici. Sarà importante mantenere un diario dei risultati glicemici in cui registrare la data e l’ora di ogni test, i valori glicemici ottenuti, se il test è stato effettuato prima o dopo un pasto e a quale distanza dall’ultimo pasto.
  • Una leggera attività fisica durante la gravidanza aiuterà il corpo a utilizzare meglio l’insulina prodotta e a tenere sotto controllo i livelli di glucosio nel sangue. Alcuni esempi di attività fisica adatti alle donne in gravidanza sono la camminata veloce e il nuoto. Chiedi al tuo medico dei consigli su come fare attività fisica in modo sicuro durante la gravidanza.

Durante le visite ostetriche, la tua pressione sanguigna sarà controllata e sarà eseguita l’analisi delle urine. Il medico curante rivedrà insieme a te i tuoi risultati glicemici, la tua dieta, quanta attività fisica hai svolto e il tuo peso corporeo. Anche le condizioni del feto vengono esaminate accuratamente.

Tutto questo contribuisce a determinare l'efficacia del piano di gestione del diabete gestazionale e a individuare l'eventuale necessità di cambiamenti.

Se la dieta e l’attività fisica non sono sufficienti per mantenere i livelli di normoglicemia, il medico potrà prescrivere l’assunzione di farmaci o la somministrazione di insulina, da effettuarsi per il resto della gravidanza.

Assunzione di farmaci (compresse, insulina)

Se il medico prescriverà dei farmaci o la somministrazione di insulina, non pensare di aver commesso degli errori nella gestione del diabete. Il tuo corpo potrebbe semplicemente non essere in grado di produrre quantità di insulina sufficienti rispetto alle esigenze della gestazione e della crescita del feto. È importante seguire le raccomandazioni del medico per proteggere la tua salute e quella del bambino. È molto probabile che dopo il parto non sarà più necessario assumere i farmaci per il diabete.

Se il medico prescriverà l’insulina per il diabete gestazionale, dovrà essere somministrata tramite iniezioni sottocutanee oppure tramite altro dispositivo, come un microinfusore. Un familiare potrà apprendere la procedura prescritta dal medico e così assistere nella somministrazione dell’insulina. Fortunatamente gli aghi per la somministrazione dell’insulina sono molto sottili e la procedura è praticamente indolore. Il medico curante indicherà la frequenza di somministrazione e il dosaggio raccomandato nonché potrà consigliare delle modifiche alla dose durante il corso della gestazione.

 

2 IDF Diabetes Atlas (8ª Ed.) (2017). International Diabetes Federation: Bruxelles, Belgio. Accesso alla versione online effettuato il 5 maggio 2018 su http://diabetesatlas.org/IDF_Diabetes_Atlas_8e_interactive_EN/

3 American Diabetes Association. (ADA) Standards of Medical Care in Diabetes–2018. Diabetes Care 2018; 41, Suppl. 1. Accesso alla versione online effettuato il 6 maggio 2018 su http://care.diabetesjournals.org/content/diacare/suppl/2017/12/08/41.Supplement_1.DC1/DC_41_S1_Combined.pdf

* International Diabetes federation. (IDF) IDF ‐ Gestational Diabetes. Accesso alla versione online effettuato il 22 aprile 2018 su https://www.idf.org/news/2:world‐diabetes‐day‐2017‐to‐focus‐on‐women‐and‐diabetes.html

CO/LFS/0416/0039(1)